Economia circolare e simbiosi industriale, un nuovo percorso per l’industria manifatturiera

Economia circolare e simbiosi industriale, un nuovo percorso per l’industria manifatturiera

Eventi19/04/2018

Nei prossimi decenni la transizione verso un’Economia Circolare potrà rappresentare un nuovo paradigma di crescita sostenibile ed economicamente vantaggiosa, disaccoppiando la crescita dal consumo di risorse. Recenti studi ipotizzano che, grazie ai progressi in campo digitale, rendere sostenibili gli attuali modelli di business comporterà al 2030 un ritorno di 4.500 miliardi di dollari. Il seminario rientra tra le attività del progetto europeo NUCLEI di cui CRIT è coordinatore, e che ha tra i suoi obiettivi la creazione di cluster dell’innovazione tra i Paesi aderenti al programma Interreg Central Europe, al fine di promuovere catene del valore internazionali più efficaci, in particolare nei settori della manifattura avanzata

Nel corso del seminario, organizzato da CRIT, saranno in primo luogo presentati i principi teorici e le finalità dell’Economia Circolare, evidenziandone il ruolo al centro dell’agenda europea per lo sviluppo economico, e sottolineando l’importanza delle leve gestionali.
Successivamente, sarà illustrato l’approccio basato sull’analisi del ciclo di vita (LCA): questo approccio rappresenta uno dei principali strumenti per la valutazione dei consumi e la pianificazione dei processi, utile per lo sviluppo di strategie di Economia Circolare.
Vi saranno infine alcuni casi studio, illustrati da aziende già attive in questo settore. Astelav, una tra le principali aziende leader in Europa nella distribuzione di ricambi per elettrodomestici, illustrerà il progetto RIGENERATION riguardante l’intercettazione e il ricondizionamento di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).
A seguire, il centro di ricerca spagnolo IRIS esporrà principi e casi studio relativi all’applicazione della simbiosi industriale in contesti manifatturieri.