La scienziato italiano Mauro Ferrari, a capo della ricerca europea

La scienziato italiano Mauro Ferrari, a capo della ricerca europea

News21/05/2019

La Commissione europea ha nominato il professor Mauro Ferrari prossimo presidente del Consiglio europeo della ricerca (CER), l'organismo che ha il compito di sostenere finanziariamente la ricerca scientifica di punta condotta su iniziativa dei ricercatori in Europa.

Lo scienziato italiano, selezionato tra 50 candidati di altissimo profilo, ha una lunga  e illustre carriera accademica: dopo la laurea in matematica all’Università di Padova e il master, consegue il Ph.D. in ingegneria meccanica all'Università della California a Berkeley e studia medicina presso la Ohio State University. A Berkeley ritorna come professore associato in Scienza ed Ingegneria dei Materiali e in Ingegneria Civile ma la sua grande passione è la ricerca sulle nanotecnologie e nel campo della bioingegneria applicate in medicina per combattere il cancro. Oggi è presidente e Ceo del Houston Methodist Research Institute in Texas e della The Alliance for NanoHealth.

Il professor Ferrari assumerà le nuove funzioni il 1º gennaio 2020, data in cui si concluderà il mandato del professor Jean-Pierre Bourguignon, presidente in carica. Il nuovo presidente entra a far parte del CER in un momento importante dello sviluppo del Consiglio. Nel quadro del prossimo bilancio a lungo termine dell'UE la Commissione ha proposto il più ambizioso programma europeo di ricerca e innovazione mai concepito, Horizon Europe, su cui è stato raggiunto un accordo politico lo scorso aprile. Horizon Europe tutelerà l'indipendenza del CER nell'ambito del consiglio scientifico e l'eccellenza scientifica quale esclusivo criterio selettivo. La Commissione ha proposto un aumento significativo del bilancio per il CER per portarlo dai 13,1 miliardi di EUR del periodo 2014-2020 a 16,6 miliardi di EUR per il periodo 2021-2027.

Horizon Europe tutelerà l'indipendenza del CER nell'ambito del consiglio scientifico e l'eccellenza scientifica quale esclusivo criterio selettivo. La Commissione ha proposto un aumento significativo del bilancio per il CER per portarlo dai 13.1 miliardi di € del periodo 2014-2020 a 16.6 miliardi di € per il periodo 2021-2027.

La decisione della Commissione è stata adottata in esito ad una procedura di selezione competitiva, svoltasi sotto la guida di un comitato di ricerca di alto livello.

Target: